Aerosol uno strumento importante nella prevenzione e cura delle malattie delle vie respiratorie.

In caso di infiammazioni e malattie alle vie respiratorie, sia alte che profonde, ovvero bronchi e polmoni, è molto diffusa l’abitudine di sottoporsi ad una terapia a base di aerosol, un dispositivo grazie al quale è possibile introdurre per bocca o inalare con il naso o respirare grazie ad un effetto di nebulizzazione, le sostanze curative. Con l’aerosol è quindi possibile introdurre più facilmente e direttamente con il respiro la sostanza farmacologica. Questa tecnica consiste nel ridurre i farmaci, dallo stato solido o liquido, in minuscole particelle sospese all’interno di un gas (solitamente l’ossigeno).

Che cos’è la nebulizzazione?

E’ una tecnica che permette di portare i farmaci dallo stato solido o liquido a quello di tipo “aereo” ovvero ad una leggera nebbiolina di goccioline finissime sospese all’interno delle molecole di un gas, l’ossigeno appunto, e prodotta dall’apparecchio per l’aerosol; rappresenta una metodica adottata con frequenza e che risulta molto efficace se applicata seguendo le indicazioni del medico, dal momento che proprio grazie al respiro il prodotto entra con maggiore facilità e rapidità nell’organismo non soffermandosi solo alle prime vie aeree, quelle più alte, ma scendendo all’interno e arrivando rapidamente ai bronchi e agli alveoli polmonari.

Per conoscere più da vicino che cosa sia l’aerosolterapia è sufficiente leggere questo sito https://aerosolmigliore.it  che vi fornirà tutte le indicazioni per capire i vantaggi dell’uso di questo dispositivo sanitario. Inoltre scoprirete quando usarlo, quando non serve, come si utilizza in modo corretto e quanti sono i modelli presenti attualmente in commercio

Intanto però i vantaggi che comporta l’aerosolterapia sono anzitutto la possibilità di eliminare la “secchezza delle fauci” ovvero la bocca eccessivamente secca; permette poi grazie alla sua capacità di umidificare le vie respiratorie, di fluidificare le secrezioni bronchiali e attenuare così i broncospasmi. Ha anche un’azione terapeutica localizzata con precisione nell’area in cui è presente l’infezione.

L’aerosolterapia è quindi idonea ad agire positivamente ei confronti delle patologie da raffreddamento come bronchite inclusa la bronchite asmatica e quella bronchiale, polmonite e broncopolmonite, bronchiolite, laringite, faringite, tonsillite e anche le allergie.