Condizionatori: i migliori modelli Inverter 2020, info e costi

Stanchi del solito condizionatore che fa rumore e alza i consumi? La soluzione c’è, un condizionatore Inverter. Questa tecnologia è adottata in molti condizionatori di ultima generazione perché, oltre a silenziarli, taglia i consumi di almeno il 30 per cento rispetto ai modelli tradizionali. Ma quale condizionatore Inverter scegliere? Non sono tutti uguali, infatti, quali caratteristiche privilegiare nella scelta? Fra i più dotati per efficienza e funzionalità accessorie se la battono i climatizzatori Inverter di Samsung da 9000 Btu al miglior rapporto qualità-prezzo e i potenti Argo da 12.000 Btu in classe energetica A++ per consumi a picco sia per raffreddare che riscaldare ogni tipo di ambiente.

I Samsung, più adatti per piccoli ambienti, sono dotati di pompa di calore e timer, autopulenti e con funzioni di silenziatore notturno, al prezzo di 415 euro. Gli split Argo, invece, in vendita a 500 euro tondi, sono potenti dispositivi in classe A++, ideali per chi tiene i condizionatori quasi sempre accesi, modelli dalle alte performance con specifiche funzioni accessorie di de-umidificatori. Con questo prodotto, nato dalla partnership italo-cinese fra Gree e Argo, si si può riscaldare o rinfrescare senza pagare lo scotto di salate bollette. Data la loro potenza, in inverno scaldano più di una stufa a legna e possono benissimo compensare la mancanza di un impianto di riscaldamento domestico. Al pari dei migliori climatizzatori, gli Inverter Argo sono provvisti di pompa di calore che diffonde aria calda, oltre che fresca, rendendolo un irrinunciabile portatore di comfort e benessere.

Chiudiamo con i climatizzatori Hisense Easy, split di buona qualità che sfruttano una tecnologia esclusiva in grado di ottenere migliori performance e meno vibrazioni riducendo i consumi e la velocità di rotazione. Il decremento delle oscillazioni che ne deriva, associato alla presenza della pompa di calore, rende appetibili questi split di fascia media che hanno il vantaggio di azzerare i consumi in stand by. A riconferma del valore del prodotto il produttore si sbilancia in tre anni di garanzia e cinque per l’unità esterna. Il non plus ultra dell’affidabilità e della bontà di questi split da testare sul campo per poterne averne piena contezza.