Lavasciuga, qual è la più bella del reame? Migliori modelli a incasso e free standing a confronto

Vi serve una lavasciuga, ma non avete ancora deciso quale acquistare? Non resta che dare un’occhiata al mercato per individuare i modelli migliori di lavasciuga in commercio, aiutandosi magari con la guida all’acquisto che potrete trovare sul portale web https://lavasciugamigliore.it. A contendersi il podio marchi storici come Bosch e Siemens, ma se si vuole risparmiare si possono trovare fra le lavasciuga a libera installazione degli ottimi modelli Miele e Beko. Tutto sta a vedere cosa si cerca, partendo proprio dalle due tipologie principali: a incasso o free standing. Le lavasciuga a libera installazione presentano il vantaggio di essere più flessibili e trasportabili da una stanza all’altra, senza dover provvedere a interventi di smontaggio, che invece richiedono i modelli a incasso, essendo inglobati fra i moduli della cucina, del bagno o della lavanderia, essendo a postazione fissa.

Per quanto riguarda le misure standard dei modelli free standing si attestano, generalmente, sugli 85 centimetri, mentre la larghezza e lo spessore sono in media di 60 centimetri ciascuno. Relativamente, invece, ai modelli integrati, sono pensati per essere inglobati fra i moduli componibili della cucina, in tal senso per adattarsi meglio presentano misure inferiori. Oltre ad essere più piccole di spessore, se pur di poco (6. 7 centimetri) le lavatrici a incasso sono in genere anche le più costose, ma anche le migliori sul piano della classificazione energetica, un valore da tenere a mente quando si acquista qualsiasi elettrodomestico.

Gli apparecchi di ultima generazione sono molto più virtuosi in fatto di consumi dei loro progenitori, in particolare quasi tutti rientrano in classe A, anche se con dei distinguo segnalati dal segno “+”, anche le lavasciuga seguono questo trend e si presentano al cliente con molte potenzialità di risparmio energetico. Fatto un calcolo previsionale, si potrà valutare quale modello conviene di più, anche se dovesse presentare un prezzo di listino più alto. Il più economico è quello contraddistinto dalla classe energetica A+++, ma anche gli altri funzionano con un risparmio idrico ed elettrico considerevole, chi più e chi meno, purché in fascia A. E, comunque, i costi gestionali di una lavasciuga dipendono molto anche dai ritmi operativi della macchina e dal programma impostato.